9

Nei cinema dal 25 ottobre 2012

Nota: ho scritto questi pregiudizi quasi una settimana fa perché sono in vacanza. Potrebbero esserci dei cambiamenti tra le uscite, ma non è così probabile. Ecco tutto. Peace.

Amour è il nuovo film di Michael Haneke, ha vinto la Palma d’Oro all’ultimo Festival di Cannes, ed è il nuovo film di Michael Haneke. Ve l’ho già detto che è il nuovo film di Michael Haneke? Funny Games! Caché! Il nastro bianco! E tutti gli altri. Stiamo parlando di uno dei massimi registi europei, il fatto che questo sia un film deprimente su due ottantenni non dovrebbe farvi spaventare. Anzi, dovrebbe farvi spaventare! Perché Haneke è un regista spaventoso!

Le belve è l’ultimo film di Oliver Stone. Quand’è l’ultima volta che avete visto film di Oliver Stone, non dico bello (tipo, W. non era male) ma che giustifichi la pompa con cui viene puntualmente pronunciato il suo nome? A me ne mancano diversi, ma se proprio proprio dovessi, oserei dire Natural Born Killers. E sono passati diciotto anni. Ok, ho appena scoperto che sono passati diciotto anni da Natural Born Killers, vado a piangere in un angolino. Questo film è tratto da un libro di Don Winslow che non ho letto, e lo stesso Winslow l’ha sceneggiato – dovrebbe essere un buon segno, almeno per un fan di Winslow. Ma io non l’ho letto, quindi sticazzi. La caratteristica principale del film è il cast, che è pazzesco e quasi completamente random. Del film in realtà non si è parlato così male (anzi) e lo trovo ancora piuttosto curioso nonostante tutto, ma più come film con Blake Lively e Salma Hayek e John Travolta che come film di Oliver Stone. Ha ha, ho detto pompa.

Io e te è un film diretto da Bernardo Bertolucci, uno così grosso che non merita nemmeno una discussione. Va bene, l’ultimo film è di centomila anni fa (cioè nove) però era The Dreamers e cioè un film maledettamente stupendo. Qui invece ha adattato un libricino di Ammaniti che si legge in un’ora tutto ambientato in una cantina, voleva girarlo in 3D per qualche assurdo motivo, poi per fortuna ha cambiato idea. Ma veramente devo dire altro? Bernardo Bertolucci, you guys! Ve lo meritate, Checco Zalone.

The Possession è un film dove una ragazzina compra una scatola trovata al mercato delle pulci e la scatola, ta-da, spoiler alert. Il film è prodotto da Sam Raimi ma non per questo sarà Drag me to hell, anzi. Per quel che vale, il regista è il danese Ole Bornedal, quello di Nightwatch per intenderci. Sono andato pure a controllare la recensione di Nanni Cobretti: non gli è piaciuto. Cos’altro volevate sapere? Halloween è settimana prossima, non avete nemmeno la scusante.

Viva l’Italia è il nuovo film di Massimiliano Bruno, che i più ricordano per il ruolo di Martellone in Boris, per altri è il co-sceneggiatore di Brizzi. L’anno scorso Bruno ha diretto Nessuno mi può giudicare, una commedia che a distanza sembrava come le altre novecento commedie italiane tutte uguali con sempre la stessa cazzo di gente dentro, ma che in realtà funzionava grazie a una sceneggiatura divertente e un cast adeguato. C’erano cose da aggiustare, ma ci stava e faceva ridere. Forse però Bruno si è preso troppo bene, perché il suo secondo film vuole palesemente fare La Satira rischiando di sbattere contro un muricciolo di populismo e demagogia; tutto sommato però il trailer con Placido che sbrocca è divertente, gli do una chance e correre. Se invece avete odiato a morte il film precedente, state alla larga pure da questo perché mi sa che la solfa è sempre quella. Ma senza la Cortellesi.

Altre cose!

Esce anche la versione 3D di Alla ricerca di Nemo, splendido film Pixar uscito NOVE anni fa. Gosh.

Inoltre: il 30 e il 31 ottobre un tot di sale italiane diventeranno “Rocky Horror House” proiettando The Rocky Horror Picture Show – anche se non ho capito bene in che modo verrà riproposto anche nel resto del paese il consueto contorno che, per esempio, trovate periodicamente al Mexico di Milano. Boh! Comunque l’elenco delle sale è qui. Fatemi sapere se andate vestiti da Magenta o Columbia.

kekkoz

9 Comments

  1. Ma Viva l’italia è il riadattamento cinematografico del libro di Cazzullo?
    Se così fosse farebbe il paio con Italians che prendeva spunto da Severgnini.
    Ma se proprio bisogna pigliare un saggio di un editorialista del Corriere della Sera perché cazzo non adattano una libro di Gian Antonio Stella? No, su quello si possono fare solo i reportage da mandare su Rai3 dopo le 22:45.
    Vorrei vedere Le Belve, in alternativa Amour.
    Io e Te mi pare spiccicato a The Dreamers film di cui ricordo alcune scene come se lo avessi visto ieri, ma che non mi ha detto quasi nulla. Probabilmente ero in tilt per Eva Green. Si, è molto probabile.
    Buone vacanze

  2. Io adoro Winslow. Le belve l’ho letto e dei libri di Winslow non è che sia il più bello, ma forse è abbastanza cinematografico da risultare divertente.
    Benicio del Toro pare essere azzeccato come casting e non vedo l’ora di vedere se le scene di sesso tra Taylor Kitsch Aaron Johnson e Blake Lively sono arrapanti come nel libro…

  3. caro effemmeffe, il film é tutto sommato discreto, le tue aspettative su quello non credo resteranno deluse..
    ahimé sulle seconde..la risposta é no :-)

  4. Ok, come al solito trucidatemi pure, ma riconfermo che trovo Haneke uno dei registi più pretenziosi esopravvalutati del firmamento cinematografico.

    E su The dreamers di Bertolucci la penso come pilloledicinema… film di cui ricordo alcune scene come se lo avessi visto ieri, ma che non mi ha detto quasi nulla.

  5. gringos ieri ho visto las belvas e vi voglio mettere un poquito en guardia.
    no dico nada si el film me gusta o no.
    solamiente dico che per meta’ del film sono italianos che hablano mezzo in espagnol.
    mirate voi.

    se uno volesse proprio mirarlo ad esempio in versione original esta aqui

    Lunedì 19 Anteo – Martedì 20 Arcobaleno* – Giovedì 22 novembre Mexico
    Ore: 12.30 – 15.00 – 17.30 – 20.00 – 22.30
    SAVAGES (Le belve)
    di O. Stone con B. Lively, J. Travolta – USA – durata 131’

  6. Bertolucci deve aver fatto un lavoro immenso, perché altrimenti… il libro era una cacata di prima categoria.
    (mi accodo anch’io all’opinione di pilloledicinema su The Dreamers)

  7. io non voglio fare errori, per cui stasera nemo 3d (*___* ) e magari in settimana le belve. ammaniti preferisco leggerlo, the dreamers du’palle, amour me lo recupero con calma.

    [io non ero andata a guardare a posta quando era uscito nemo, mi ricordavo uno dei primi natali da universitaria e due pomeriggi in un super a vendere detersivi e regalare coccinelle portaspugnetta con ventosa vicino all’area bambini con nemo in loop – prendi l’onda, bello! – causa dvd appena uscito (lo doppiava mammuccari. mammuccari.) ci hai pensato tu a intristirmi]

  8. Le Belve è un film di Tony Scott; o di oliver stone che lo omaggia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You can add images to your comment by clicking here.