5

Nei cinema dal 9 luglio al 5 agosto 2015

Ciao sono kekkoz e benvenuti nell’Estate Quella Vera, quella in cui escono tre, al massimo quattro film alla settimana, e nessuno di questi è Inside Out. Visto che ai miei autori io voglio tanto bene e non voglio mica sprecarli con settimane striminzite come queste, mi prendo sul groppone questo simpatico episodio speciale estivo di Friday Prejudice, così andiamo tutti in vacanza fino a metà agosto, quando Ant-Man e Mission Impossibile Cinque daranno il via alla nuova stagione.

Ci tengo a precisare che comunque in queste settimane esce uno dei film più belli dell’anno e pure due film con il parrucchino di Nicolas Cage, estate e minga estate.

terminatorgiovani71bdying

Nei cinema dal 9 luglio

Ogni anno ci regalano l’illusione che anche l’Italia possa avere una stagione estiva, il contentino di turno è TERMINATOR GENISYS, sperando che si scriva così. Il film è ovviamente il quinto capitolo della saga in questione e le cose che bisogna sapere sono le seguenti: c’è Schwarzenegger che torna a fare il Terminator e stavolta non digitale, però c’è anche un giovane Schwarzenegger fatto tutto al computer e i due se le danno e aggiungerei “eww”; questa volta Sarah Connor è Daenerys Targaryen, e anche se è mora è figa uguale; a James Cameron è piaciuto, il che la dice lunga sulla salute mentale di James Cameron; la trama è un pastrocchio sconsiderato, messo giù nella convinzione che un film sul viaggio nel tempo possa fare il cazzo che gli pare (beh, diciamo “dipende”); se avete visto il trailer vi hanno raccontato almeno tre colpi di scena (tra cui quello che SPOILER, no dai scherzavo) e non credo che il film ne contenga molti altri. Detto questo, chiediamoci: lo voglio vedere? Beh, certo. Un bel po’, perdiana.

Poi esce il nuovo film di Noah Baumbach, che però ho già visto, perché ehm, dai su. Si intitola GIOVANI SI DIVENTA, titolo italiano di minchia di “While we’re young”. Sono un grosso fan di Baumbach, il mio amore per “Frances Ha” non ha confini e via dicendo, ma stavolta il Nostro si è un po’ incartato sull’ansia di dover spiegare a tutti i costi i TEMI dell’OPERA, partendo a gas ma chiudendo con un terzo atto abbastanza tremendo. Niente di grave, il film può contare comunque su performance notevolissime e dialoghi veramente brillanti: peccato che entrambe le cose nell’edizione italiana siano quasi completamente annullate dal doppiaggio, quindi cosa ve lo dico a fare. Comunque un film discreto, dai.

Il miglior film della settimana è molto probabilmente ’71, che essendo in giro da parecchio tempo (è uscito nel Regno Unito in ottobre) sarà già passato sugli schermini undici pollici di voialtri hipster del menga, e lo dico ironicamente perché se c’è una cosa che non reggo più è l’uso della parola “hipster” a sproposito. La reductio ad hipsterum. In realtà il film non ha proprio niente di hipster perché è un film serissimo diretto da Yann Demange (che è francese ma è anche il regista della serie “Dead set”, e se avete visto “Dead set” sapete cosa intendo) che racconta una pagina del conflitto nordirlandese ambientata, appunto, nell’anno del titolo. Il film, per dire, ha 97% al pomodorometro e il suo protagonista Jack O’Connell (quello di “Starred up”) è un manico da paura. Insomma, roba da vedere.

Chiudiamo la prima settimana dell’Estate Quella Vera con IL NEMICO INVISIBILE, titolo cretinetti di “Dying of the light”, un film così brutto che persino il suo regista l’ha disconosciuto. (Vorrei non specificare che il regista in questione è Paul Schrader perché mi vengono delle fitte al petto, però tant’è, il regista è Paul Schrader e basta). Il protagonista del film è Nicolas Cage, che invece non l’ha disconosciuto perché puoi dire tutto a Nicolas Cage ma non che è uno che si tira indietro di fronte alle porcate. Il 9% al pomodorometro è la pietra tombale di un film che si era sotterrato da solo da un pezzo.

babadentouragespyreach

Nei cinema dal 16 luglio

Fermi tutti! Quella del 16 luglio è la settimana in cui esce BABADOOK! Un film che è, nell’ordine: 1. uno dei migliori horror degli ultimi anni e 2. uno dei più bei film dell’anno in generale, COME MINIMO. Sì, perché è una roba che fa una paura lercia con i libri per bambini posseduti and stuff, ma è soprattutto la sua variazione sul tema della maternità che vi farà perdere notti di sonno. Film della stramadonna, non osate farvelo scappare per niente al mondo. E comunque DOOK DOOK DOOK.

Guardo un sacco di serie tv perché sì e, come tutti gli abitanti del pianeta, ho dei gusti diversi dai tuoi. Detto questo: “Entourage”, la serie, non è mai entrata nel mio radar e tutto quello che so su di lei non fa che confermare che la mia è stata sempre una buona scelta. Uscendo quasi quattro anni dopo la fine degli episodi, il film di ENTOURAGE suona quasi come una reunion, ma diciamo che non c’era tutta questa fretta e vivevamo bene senza. Pregiudizi! Va detto anche che la serie in Italia si è vista su canali superminori e/o scarigata, quindi figurati quante persone andranno a vederlo in sala DOPPIATO. Tipo quindici, sedici persone?

C’è stato un momento in cui uscivano così tanti film con Melissa McCarthy che ho cominciato a scambiarli l’uno per l’altro e non ne sono più uscito. Ci sono almeno tre motivi per uscire dal loop e dare una bella chance a SPY: primo, c’è Jason Statham che fa tipo la parodia di Jason Statham e pare che faccia scompisciare; secondo, il film è diretto da Paul Feig e non da Ciccio Pasticcio, e diciamo che Paul Feig è mediamente più affidabile di Ciccio Pasticcio; terzo, il film ha 95% al pomodorometro, che va bene, non vuol dire niente, ma vuol dire anche qualcosa. È tanto! Ma lo so, che vi ho convinti a “Statham”. Ah vabbè, ovviamente tutto questo ragionamento lascia il tempo che trova, perché tanto un film come questo doppiato non ha senso. Lo so che mi ripeto, e allora? DENUNCIATEMI.

Guardando la locandina pensavo che fosse un film pressoché irrilevante con Rutger Hauer e invece THE REACH è un film totalmente irrilevante con Michael Douglas. Vi ricordate quando Michael Douglas era il massimo del sesso? Non posso credere di essere così vecchio da ricordarmi una cosa del genere, eppure è tutto vero. Era il top del sesso, il simbolo del sesso assoluto, Micheal Douglas era sesso sesso SESSO. Michael Douglas nudo! Fine.

fidaluogoderpa

Nei cinema dal 23 luglio

Ossantocielo, siamo ancora al 23 luglio? Aiuto. Vabbè, il primo film del 23 luglio è una roba immonda il cui titolo originale è “How to Make Love Like an Englishman”, quindi la distribuzione italiana ha deciso di riportarlo fedelmente intitolandolo IL FIDANZATO DI MIA SORELLA. Vi giuro, ci ho anche provato, ho letto la trama e tutto, non c’è traccia di uno straccio di fidanzato né di una stracazzo di sorella. Ma cosa vi dice la testa.

E poi c’è IL LUOGO DELLE OMBRE che, scopro ora, è il titolo italiano di “Odd Thomas”, film di un paio di anni fa con Anton Yelchin che non mi sono mai premurato di recuperare. Il film è ovviamente tratto da una saga letteraria Young Adult come ogni altro film degli ultimi quattro anni e il Thomas in questione è uno che parla con i morti e risolve casi. Il film potrebbe sembrare anche attraente, da una certa distanza, e invece, e invece è un film scritto e diretto da Stephen Sommers,

IL RAGAZZO DELLA PORTA ACCANTO è un porno amatoriale film con Jennifer Lopez, una che non imbrocca un film da, mumble, facciamo dal 1998? Se escludiamo il mio affetto del tutto soggettivo per “The Cell”, si intende. Insomma, la sproporzione tra la popolarità di J-Lo e la zozzeria della sua filmografia (ripassatela se volete, dentro ci sono alcuni dei film più brutti degli ultimi vent’anni) mi lascia sempre molto stupito, e questo filmaccio da due soldi sbertucciato in lungo e in largo dalla critica non fa eccezione. Ma guarda, piuttosto mi rivedo “Un amore a 5 stelle”.

exmachileftpixels

Nei cinema dal 30 luglio

Quanto è bello EX-MACHINA? Vi dico solo una cosa per togliermela subito dalle scatole: avrebbe potuto essere più bello, gli bastava un filo di concentrazione in più. Detto questo, chi se ne strafrega: questo è un film di fantascienza come dovrebbero farne uno a settimana, fighissimo, essenziale, intelligente, girato con stile, ambizioso ma non spocchioso, e come se non bastasse con la pazzesca Alicia Vikander che, gente mia, ha una figaggine addosso che a Jennifer Lopez se la magna viva. Pace se non è perfetto, andateci e non ve ne pentirete.

Quindi a luglio escono due film con Nicolas Cage e si portano entrambi addosso la nomea di Peggiori Film Dell’Anno. LEFT BEHIND in particolare ha un imbarazzo tutto suo, oltre alla bruttezza del film e ai “capelli” di Nicolas Cage, ma per spiegarvela dovrei star qui mezza giornata a raccontarvi cos’è la serie di “Left Behind” e a mostrarvi con orgoglio le locandine della saga cinematografica originale starring Kirk Cameron, e quindi meno male che c’è Wikipedia. Spero di avervi aperto nuovi orizzonti e, con questi due link, di aver reso più gradevole la vostra estate. BUONA LETTURA RAGA!

Mi spiegate perché esiste un film intitolato PIXELS in cui gli alieni attaccano la Terra conciati come i protagonisti dei vecchi videogiochi e perché debba essere per forza un film con Adam Sandler e Kevin James? Che ingiustizia è? Comunque: il film non è ancora uscito negli Usa quindi non è dato sapere se faccia schifo o molto schifo, però qualcosa di buono c’è, tipo che nel cast ci sono Peter Dinklage e Jane Krakowski. Basterà? Ma figurati.

joker

Nei cinema dal 5 agosto

E niente, il 5 agosto a quanto pare (perché poi nulla esclude che ci appiccichino qualche fondo di barile all’ultimo minuto) al cinema esce solo questo JOKER, titolo italiano di “Wild card”, un film con Jason Statham diretto da Simon West (per la carità di Dio) che è un remake di un film con Burt Reynolds e, dulcis in fundo, è stato un clamoroso floppone, tipo che gli esercenti tra un po’ pagavano la gente per entrare. Quindi questo episodione di Friday Prejudice si conclude così, nella mosceria più totale.

Ci ribecchiamo sotto Ferragosto, ciao.